201609.15
0
0

Il Trading Online è una truffa?

Sono in molti a chiedersi oggigiorno se il trading online sia una truffa o meno. Del resto, ogni business che genera alti rendimenti, è destinato a diventare l’argomento preferito da denigrare da parte dagli “scettici”, tuttavia oggi cercheremo di capire come funziona il trading online, cercando inoltre di svelare il mistero se il “trading online è una truffa?”, usando prima di tutto la nostra esperienza e know-how nel settore.

Vi anticipiamo subito che il trading online può essere una truffa, se si incappa nei broker truffa, ovvero broker non regolati, con sede in luoghi come Belize o Mauritius, e che quindi possono sfuggire alle regolamentazioni italiane. Continuando a leggere sarà possibile scoprire che cosa è il trading online, e come evitare le possibili truffe, attraverso un metodo totalmente infallibile.

Che cosa è il Trading Online

Per utilizzare il trading online, utilizzeremo come esempio i CFD, che sono il modo più diffuso per fare trading sul web.

Fare trading con i CFD è molto simile al forex trading. Quando si fa trading su una piattaforma di trading online CFD, si seleziona lo strumento che si desidera tradare, e si inserisce il proprio ordine a mercato. Proprio come in altre tipologie di investimento, se si pensa che il prezzo di un determinato strumento, ad esempio il petrolio greggio, aumenterà, è consigliabile comprare dunque il petrolio greggio CFD. Lo stesso vale in caso di mercato ribassista – se si prevede che il valore andrà verso il basso, si provvederà a vendere il CFD. Naturalmente, come per ogni tipologia di trading online e di investimento, le previsioni sbagliate possono portare alla perdita di denaro, e si dovrebbe essere consapevoli dei rischi che sono presenti nei CFD. Su ogni broker di trading online, solitamente è possibile guardare video tutorial, leggere articoli, ottenere notizie aggiornate, controllare il glossario dei termini più utilizzati, e molto altro ancora. Ovviamente, è possibile continuare a leggere questa guida, per saperne di più sul trading online.

Come fare trading online CFD

Per fare trading online, sono necessari semplicemente uno smartphone, tablet o computer, e una connessione ad internet di tipo veloce. Una volta che si avranno questi pre-requisiti, sarà possibile iniziare a fare trading online in tutta tranquillità.

La piattaforma di trading è molto importante, ogni broker ha la sua, sia per il trading manuale che per quello automatico. Solitamente, le piattaforme messe a disposizione dei broker di trading online, sono di due tipi:

– Piattaforme trading real
– Piattaforme trading demo

Attraverso la piattaforma di trading real, è possibile iniziare a fare trading investendo i propri soldi reali, e quindi guadagnando soldi veri. Si tratta della soluzione più adatta per le persone che vogliono iniziare a guadagnare subito.

Per tutti gli aspiranti trader, che sono alla prima esperienza con il trading online, può essere un buon inizio quello di optare per la piattaforma di trading demo (virtuale), che consente di testare il broker senza dover investire neanche un centesimo, in quanto le piattaforme sono gratis, e i soldi presenti nel conto sono virtuali. Non si corre alcun rischio, in quanto in caso di perdita i soldi verranno rigenerati automaticamente all’interno del conto di trading online.

Sulle piattaforme di trading online, c’è un’altro importante aspetto da considerare, che rende il trading online molto più appetibile per le persone che non hanno migliaia di euro da investire, ma soltanto un centinaio. Stiamo parlando della “leva finanziaria”, che consente di aumentare il proprio potere d’acquisto.

La leva offerta dai broker, consente di aprire posizioni più grandi di quello che il capitale posseduto possa permettere. Molti broker di trading online, possono arrivare ad offrire una leva che può toccare tranquillamente livelli che vanno fino a 200:1 di leva su diversi strumenti CFD, il che significa che è necessario solo lo 0,5% della dimensione reale della posizione, per aprire la trade a mercato, e iniziare a guadagnare. Per esempio, se si desidera commerciare il petrolio greggio, acquistando di 20 barili al prezzo di $ 40 USD al barile, quindi la dimensione della posizione sarà di $ 800 USD. Tuttavia, a causa della leva 100: 1 offerta dal broker per il petrolio greggio, è necessario solo l’1% della dimensione originale della posizione, quindi per aprire la posizione sarà necessario un quantitativo di fondi molto piccolo, vale a dire $ 8 dollari soltanto.

Da specificare che il trading in leva, può aumentare i profitti del trader. Tuttavia, allo stesso tempo si deve tener conto che anche le perdite possono aumentare con la leva finanziaria.

Il trading online è una truffa legalizzata?

Molti sostengono che il trading online sia una truffa, cosa comune in tutti i business dove c’è un discreto flusso di denaro giornaliero. Tuttavia, il trading online non è una truffa per tutti quei broker regolati dalla CONSOB, che rispettano quindi in pieno le norme vigenti italiane.

Se si è sicuri al 100% che il broker dove ci si sta apprestando a registrarsi, è regolato dalla CONSOB, si può stare tranquilli, in quanto il broker ha superato numerosi stress test, ed è continuamente sotto osservazione da parte delle autorità di regolamentazione come CONSOB, che sono sempre pronte ad assistere il cliente.

Il trading online non è una truffa, anche per il motivo che il trading è un investimento nei mercati finanziari mondiali, che si muovono secondo dinamiche macroeconomiche e finanziarie, e che difficilmente possono essere “manovrati” in una direzione o nell’altra, grazie infatti alla loro grandezza e giro d’affari giornaliero.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *