201712.19
0
0

Dimissioni online: come funzionano le dimissioni telematiche

Il Ministero del lavoro e delle Politiche sociali ha attivato due anni fa una nuova procedura telematica per le dimissioni on line, che può essere eseguita dai lavoratori dipendenti per comunicare al datore di lavoro le loro dimissioni volontarie o risoluzione consensuale. 

Cosa sono le dimissioni on line 

La nuova procedura è stata introdotta con il Jobs act, per evitare il fenomeno diffuso delle dimissioni in bianco; un metodo quest’ultimo per far firmare le dimissioni prive di data all’atto dell’assunzione di un lavoratore o lavoratrice, per poi usarle nel caso in cui l’azienda ritenga opportuno licenziare: malattia, infortunio ecc.

Le dimissioni on line valgono per tutti i lavoratori del settore privato che vogliano presentare volontariamente le proprie dimissioni; il Ministero del lavoro ha predisposto un modulo di dimissioni che puoi compilare on line nell’apposita sezione riservata. 

Dimissioni on line: come funziona 

Se sei un lavoratore del settore privato che deve presentare le proprie dimissioni (o risoluzione consensuale) e hai un contratto subordinato puoi utilizzare la procedura telematica “dimissioni on line”, collegandoti sul portale del Ministero del lavoro, dove troverai un modulo da compilare, che potrai poi inviare dalla tua casella di posta elettronica.

In alternativa puoi rivolgerti ad una sede dell’Ispettorato Nazionale del lavoro competente o ad altri soggetti abilitati: centri per l’impiego, Patronati, Sindacati, direzione territoriale del lavoro, consulenti del lavoro, ente bilaterale. Se decidi di seguire la procedura on line dovrai avere il Pin Inps Dispositivo con le credenziali. Puoi accedere direttamente dal sito dell’Inps o in una sede Inps per richiedere il pin Inps dispositivo oppure attraverso lo Spid (Sistema pubblico di Identità digitale). Attraverso un form on line potrai recuperare tutti i dati relativi al rapporto di lavoro che intendi cessare.

Se il tuo rapporto di lavoro è antecedente al 2008 dovrai indicare la data in cui è iniziato il rapporto di lavoro, i dati del datore di lavoro, l’indirizzo di posta elettronica. La prima informazione che dovrai inserire nel portale è la data di inizio rapporto di lavoro; ti sarà chiesto anche il codice fiscale. Nella prima sezione dovrai inserire i tuoi dati mentre nella sezione 2 quelli del datore di lavoro; con il tasto “conferma”, un alert ti avviserà che il form è stato compilato correttamente. Contestualmente verrà inviata una notifica al datore di lavoro e alla Direzione territoriale del lavoro di competenza.

Dopo la procedura puoi stampare il modello e tornare alla lista, visualizzando e salvando il modello che hai compilato.

Per quanto riguarda invece le dimissioni per giusta causa, ti suggeriamo di leggere questa guida, che spiega tutti gli aspetti delle dimissioni per giusta causa: https://www.ziopekora.it/dimissioni-giusta-causa-preavviso-motivi-disoccupazione/

Come rivolgersi ad un soggetto abilitato

L’alternativa alla procedura fai-da-te on line è quella di rivolgerti ad un soggetto abilitato. In questo caso sarà l’ente che hai scelto: patronato, sindacato, consulente ecc. a compilare il modulo e inviarlo al Ministero del lavoro.

Il modulo compilato e inviato avrà un codice identificativo e la data di trasmissione. Dopo aver inviato le dimissioni al Ministero puoi revocarle entro 7 giorni dalla data di comunicazione. Se hai compilato il modulo direttamente dal sito web, puoi accedere e revocare le dimissione, tramite il tasto “Revoca”. La procedura on line non è prevista per i dipendenti delle pubbliche amministrazioni, le risoluzioni o dimissioni disposte nelle sedi conciliative e per il lavoro domestico.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *